Panini morbidi

In questo periodo di quarantena devo dire che i giorni in cui ho comprato il pane sono stati veramente pochi, c’e’ una gran soddisfazione a farlo in casa. Ogni volta che lo preparo il risultato e’ sempre diverso, e posso assicurarvi che e’ vero che dipende anche dal nostro stato d’animo ma e’ anche vero che la mente comincia a distrarsi da tutte le preoccupazioni, non si pensa al lavoro, alle cose da fare, quando si comincia a cucinare a poco a poco dimentichiamo tutto il resto,  persino il whatsapp 🙂 … Una volta iniziato non si vuole piu’ smettere, ogni ricetta, ogni preparazione ha un significato diverso per cada uno, ma cio’ che rilassa e’ il processo che rappresenta un canale per riequilibrare la relazione tra la nostra mente ed il nostro corpo, tra cio’ che viviamo e cio’ che sentiamo a livello emotivo.

Nei miei post non troverete mai molte fotografie o spiegazioni dettagliate, la cucina e’ un rifugio, come sempre dico e’ un oasi di emozioni positive, per cui spesso dimentico di fotografare il processo. Non e’ un caso che il blog si chiami relakingcooking ma la maggior parte delle volte condivido ricette semplici e alla portata di tutti.

Chi mi conosce, chi mi segue sa che l’obiettivo non e’ ottenere un piatto perfetto, o imparare una ricetta … é fermarsi un momento e dedicarsi a cio’ che puo’ restituirci il buon umore.

 

Ingredienti e preparazione:

350 ml di acqua tiepida
15 g di lievito fresco
1 cucchiaino di miele
3-4 cucchiai di olio di oliva
600 g di farina (in questo caso io ho usato 200 di farina 00 e 400 di semola rimacinata
1 cucchiaino di sale

sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungere l’olio e il miele, versare la farina con il sale ed impastare 10-15 minuti, coprire con pellicola e lasciar lievitare per un ora. Quando l’impasto e’ pronto lo si divide in 6 porzioni, si formano dei panetti, si fanno dei piccoli tagli sulla superficie e si lasciano riposare coperti con un panno per una mezz’oretta.

Si cuociono in forno preriscaldato a 180C per circa 30 minuti, prima di infornarli li ho spolverizzati con della farina, gli da un non so che di rustico che mi piace molto 🙂

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s