IMG_1493

Profumi indimenticabili: lasagne con le polpettine

English   Español

Non so a voi ma a me piace preparare qualcosa di cui possano godere anche gli altri e ripensandoci credo dipenda dalla mia famiglia, meravigliosa e numerosa. A tavola in 8, attualmente molti di piu, ci siamo allargati siamo in 25. Vi lascio immaginare il divertimento e l’allegria dei nostri incontri che avvengono quasi sempre in periodi di festa quindi pranzi e cene tra pietanze prelibate, piatti ricchi di tradizione e profumi del passato. Sono cresciuta nella perfetta armonia tra il piacere del buon cibo e la cucina con passione. Il rispetto per la buona tavola, la ricerca di prodotti di qualita’, sempre freschi, il piacere per il cibo assolutamente genuino di mio padre si fondono perfettamente con la perizia e passione per la cucina della mia mamma. La osservo cucinare e noto con quanta cura prepara ogni cosa. Il modo in cui prepara le verdure, come taglia la carne, per non parlare degli impasti, ogni singolo ingrediente viene preparato quasi fosse un rituale, tutto sempre perfettamente in ordine: ne’ troppo sale ne troppo poco, la giusta quantita’ di olio e gli ingredienti sempre combinati perfettamente insieme, eppure nessun libro di cucina e niente bilancia. Passione, intuito esperienza e il suo amore per noi.
Il piatto che vi propongo oggi mi fa tornare in mente l’infanzia, i giorni di festa, mia madre che cucina, gli aromi che si diffondono. I profumi rappresentano ricordi indimenticabili: il pane cotto in forno a legna appena sfornato, la crostata non crostata delle gite fuori porta, che, per quanto mi sforzi, non e’ mai come la sua e il famoso sugo con le polpettine che si prepara per le tradizionali LASAGNE dei giorni di festa. Le polpettine devono essere piccolissime e tutte uguali🙂 Quante serate trascorse a preparare lasagne e polpettine, adesso sono i nipotini che le preparano con lei quando cucina le lasagne.

Per prepararle avrete bisogno di: (per 8-10 persone)
300 g di carne tritata
180 g di mollica di pane (preparata frullando delle fette di pane casareccio)
100 g di parmigiano grattuggiato
2 uova
un ciuffo di prezzemolo tritato finemente
qualche goccia di limone
Impastate insieme tutti gli ingredienti e…. armatevi di santa pazienza🙂 e se avete qualcuno disposto ad aiutarvi ancora meglio…..

Per preparare il sugo:
1 carota a pezzi
1 cipolla piccola
1/2 bicchiere di olio evo
1,5 l salsa di pomodoro
sale
In una pentola capiente mettete l’olio, la carota a pezzi, la cipolla tagliata a meta’, lasciate scaldare leggermente e aggiungete la salsa di pomodoro. Lasciate cuocere a fuoco lento e dopo circa 35-40 minuti aggiungete le polpettine e lasciate cuocere altri 15 minuti. Se il sugo vi sembra troppo denso diluitelo con un mestolo di acqua.

Adesso che il vostro sughetto e’ pronto se ve la sentite potete cimentarvi nella preparazione della sfoglia. Vi assicuro che non e’ affatto difficile, dipende dal tempo che avete a disposizione e dalla voglia di provare.
vi serviranno :
3  uova e 300 g di farina: versate la farina sulla spianatoia, formate una fontana nel centro, ponete nella fontana le uova con un pizzico di sale. Amalgamate gli ingredienti e impastate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lasciatela riposare almeno 15 minuti coperta in modo che non si secchi, (sara’ piu’ facile stenderla). Preparate la sfoglia con il mattarello o con l’apposita macchinetta.

Per assemblare le vostre lasagne:
il sugo con le polpettine
la sfoglia
1 kg di mozzarelle
200 g circa di parmigiano grattugiato (piu’ o meno, regolatevi in base al vostro gusto)
Cuocete la sfoglia per 3 minuti in acqua bollente salata, stendetela su una tovaglia da cucina.
Mettete un paio di cucchiai di sugo nella teglia e foderate il fondo con la pasta, qualche cucchiaio di polpettine, la mozzarella e una spolverata di parmigiano. Coprite il tutto con altra pasta e procedete fino ad esaurite tutti gli ingredienti terminando con uno strato di pasta ricoperto solo con qualche cucchiaio di sugo, il parmigiano e qualche fiocchetto di burro per una crosticina dorata e deliziosamente croccante (il burro e’ l’unica variante apportata alla ricetta di mia madre, lei non lo ha mai usato).


Infornate in forno preriscaldato a 180 C per 25-30 minuti, controllando che non si bruci la superficie. Lasciatela raffreddare un pochino prima di affettarla ma servitela calda.

E’ un piatto un pochino elaborato ma possibile:
Per fare queste lasagne per circa 8 persone vi basteranno 1 ora circa per la preparazione delle polpettine piu’ 50 minuti il tempo di cottura del sugo. Mezz’ora per la sfoglia e 15 minuti circa per farcirla piu’ i 30 minuti per la cottura in forno. Visto che il piatto ha una preparazione un po’ elaborata, potete prepararne una quantita’ maggiore e congelarla in modo da averla pronta per altri momenti. Servitelo come piatto unico o accampagnato semplicemente da una insalatina fresca.
Vi assicuro che ne vale la pena, vi invito a provare, preparatelo in una giornata di festa, per una occasione speciale, se avete bisogno di distrarvi qualche ora. Siate pazienti, rallentate il ritmo della vostra giornata, niente ansia. Invitate i vostri amici,  sara’ una piacevole terapia antistress per la vostra mente ed il vostro stato d’animo, oltre che una gioia per il palato.
Cucinare per il piacere di cucinare e per il piacere di condividere

9 thoughts on “Profumi indimenticabili: lasagne con le polpettine

  1. Cara MariaAntinietta,ieri ho messo sul mio blog la mie ricetta che ricorda la mia infanzia (che coincidenza!) e mi ritrovo assolutamente in sintonia con te. Le atmosfere,le sensazioni,i ricambi gerenazionali sono cose che lasciano addosso un che di malinconia ma anche di gioia quando ti rendi conto di essere stata capace di tramandare qualcosa. Un bacio.

    P.S. Questa ricetta te la voglio mandare per “Mi racconti una ricetta”

  2. Mi piace questo continuo riferimento alla famiglia di origine, rende ogni sapore più intenso. Ma soprattutto mi piace ritrovare qui le gustose ricette della mia terra, e sorrido all’idea che arrivino dall’altro lato del mondo! Complimenti.

    1. Grazie Anna, non sai quanto piacere mi fa leggere questo commento, grazie di cuore.
      Il riferimento alla famiglia sara’ un po’ la nostalgia mista al desiderio di riabbracciarli e i bellissimi ricordi d’infanzia che porto sempre con me.
      Un abbraccio

  3. sembra davvero di sentire l’odore di festa e di famiglia. Da noi, per fortuna è ancora così, ed è bellissimo. Le foto a corredo sono estremamente esemplificative e significative. Grazie

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s