Il minestrone: chop food for stress relief

           (TAGLIUZZA CIBO PER RIDURRE LO STRESS)

Dopo una giornata stressante in ufficio si potrebbe essere tentati di ordinare cibo da asporto o scaldare cibi prefatti. La giornata e’ stata lunga, pesante, l’idea e’ quindi quella di avere qualcosa di pronto e caldo da mangiare senza dover aspettare di cucinare. In realta’ preparare la nostra propria cena ci da la possibilita’di ridurre il nostro livello di stress, di condividere un momento in famiglia e di sapere cosa stiamo mangiando.  lo so richiede un po’ di pazienza, ma preparare gli ingredienti, tagliare, affettare, tritare rappresentano l’attivita’ ideale su cui canalizzare la nostra energia. Lasciatevi trasportare da questi semplicissimi atti e il vostro umore cambiera’ totalmente, cucinare diventa estremamente rilassante se non vi concentrate troppo sul risultato finale, o sulla ricetta. Scegliete piatti semplici, o lasciatevi ispirare da quello che avete in dispenza. Niente doti particolari, ben vengano per chi le ha. So che a volte puo’ essere un po’ scoraggiante ma se cambiate il modo in cui pensate alla cucina vi renderete conto dei tanti benefici che ne potete trarre. Confucio diceva: “ovunque tu vada vacci con tutto il cuore”, be…. qualunque cosa voi facciate fatela con tutto il cuore. Nel corso degli anni ho scoperto che non solo mi piace cucinare ma che puo’ essere terapeutico. Quando io sono particolarmente stanca o irrequieta o pensierosa decido di cucinare, concentrando la mente su questi semplici atti, sui sapori i profumi dimentico la frenesia della vita moderna, le preoccupazioni, i problemi o la tristezza. Cuciniamo per avere una mente sempre in forma ed un sistema nervoso sempre calmo

Non e’ un caso che abbia scelto proprio il MINESTRONE. Non solo e’ un piatto molto salutare e nutriente, fatto con ingredienti semplici, e’ facile da preparare pero’ richiede un po’ di pazienza e’ una preparazione un po’ lunga perche’ dovete tagliare tutte le verdure ma ne varra’ la pena. Affettare, sminuzzare, tritare vi permetteranno di scaricare la vostra tensione. Sperimentate voi stessi, la preparazione ideale quando siete arrabbiati, o qualcosa e’ andato storto, quando siete pensierosi o avete bisogno di staccare la spina, e’ il vostro umore cambia senza rendervene conto.

Ingredienti (per 4/6 persone)

1 cipolla
1 carota
2 zucchine di media grandezza
1 grossa patata
200 g di fagioli gia’ lessati (io ho usato i cannellini)
1/4 di cavolo verza
1 costa di sedano e una manciata di prezzemolo tritato
qualche cucchiaio di pomodori a pezzetti o salsa
50 g di pancetta stufata tagliata a dadini o striscioline

Tritate il sedano con la cipolla, tagliate a cubetti la patata, le carote e le zucchine, la verza a striscioline. Mettete la cipolla nella pentola insieme al dsedano, il prezzemolo e la pancetta, lasciatela rosolare leggermente a fuoco basso,

poi aggiungete tutte le verdure tagliate a cubetti, la verza, i fagioli, 2 cucchiai di pomodoro. Unite l’acqua aggiustate di sale e portate a bollore e poi lasciate cuocere a fiamma bassa fino a quando le verdure saranno cotte (circa 40 minuti).


A cottura ultimata aggiungete qualche cucchiaio di olio crudo e servite, a piacere anche con un po’ di parmiggiano.
Volendo potete aggiungere della pasta o del riso e diventa un piatto completo.
Qualche consiglio: potete sostituire o aggiungere verdure a piacere a seconda della stagione e della disponibilita’, eliminare la pancetta se siete vegetariani o vi preoccupano le calorie. per la cottura potete utilizzare anche la pentola a pressione (come ho fatto io)  stessa procedura stessi ingredienti ma dimezzerete il tempo.

6 thoughts on “Il minestrone: chop food for stress relief

  1. Sicuramente tagliare, sminuzzare ed affettare scarica lo stress. Poi, puoi immaginare che chi ti ha fatto arrabbiare sia la carota che stai affettando!😀 Scherzi a parte, la pancetta non l’ho mai provata, a volte ci metto un po’ di ragù al posto della passata… in più un ingrediente segreto di famiglia… da rivelare a pochi intimi… sssshhhh… hai mai provato ad aggiungere la scorsa che avanza dal parmigiano grattugiato???😉 Un abbraccio, Sonia

    1. funziona quello che hai detto sulla carota, l’ho sperimentato😉
      A volte metto la scorza ma mio marito lo preferisce senza, poi mio figlio adora la scorza del parmigiano ben pulita e ammorbidita nel micronde…e la mangia cosi “de gustibus non dispuntandum est” quindi non ne ho quasi mai😀
      Un abbraccio Sonia e buona giornata!

  2. verissimo!!!!!! nulla mi rilassa e mi ridá il buonumore quanto cucinare, specie dopo una stressante e/o noiosa giornata a lavoro =_=

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s