Tutti possono cucinare

Ieri, ancora una volta, abbiamo visto Ratatouille, una storia divertente ma ricca di spunti su cui riflettere…. descrive la magia della cucina e ciò’ che vi ruota intorno, e ci fa riflettere sul fatto che tutti possono cucinare e che ognuno dovrebbe cercare di realizzare quello per cui ci si sente portati.

E così’ pensavo che non sono necessarie doti particolari: ispirazione (per poterlo fare), un po’ di pazienza, creatività’ e fiducia in se stessi. Se non hai mai cucinato prima o sei abituata/o ai piatti gia’ pronti…. ti invito a provare. E’ gratificante cucinare il proprio pasto. Libri di cucina, riviste, programmi TV, internet possono aiutarti. Cucinare e’ facile, e ti sorprenderà’ scoprire quanto lo sia. Puoi cimentarti con piatti diversi ogni giorno sorprendendo te stesso e la tua famiglia o i tuoi amici. In cucina non ci sono regole fisse, puoi sperimentare in assoluta libertà’ e non ci sono mai risultati sicuri. Puoi inventare o seguire delle ricette che puoi perfezionare o modificare a tuo gusto. Cambiare un ingrediente, aggiungere o sostituire una spezia daranno a quel piatto un tocco speciale che lo renderà’ soltanto tuo. Cucinare può’ far emergere il tuo lato creativo ma anche esprimere te stesso e così’ questo semplice atto, che spesso facciamo meccanicamente, si trasformerà’ in un momento piacevole e rilassante e se decidi di cucinare per o con qualcuno a tutto questo si aggiungerà’ la gratificazione della condivisione.
La cucina ti da la possibilità’ di creare o consolidare rapporti di amicizia, i legami familiari, relazioni intime, attraverso la preparazione di un piatto da condividere trasmettiamo sentimenti ed emozioni. Il cibo unisce le persone rafforzando i loro legami e porta con se ricordi, c’e’ sempre un po’ di noi e della nostra storia in quello che prepariamo.
Ti porterà’ più’ benefici di quelli che riesci ad immaginare, la soluzione perfetta per la pancia e per la mente, ognuno con il proprio stile ma con lo stesso obiettivo: star bene. So che a volte può’ essere un compito scoraggiante tra la famiglia e gli impegni di lavoro ma tutto dipende da te: pensa attraverso i profumi, i colori, gli ingredienti, magari comincia con il concentrarti sui cibi che ami. Armati di pazienza, lasciati andare  e cucinare….. diventerà’ un’esperienza liberatoria ed una piacevole terapia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s