La cucina: un’oasi di emozioni positive

Cucinare per molti e’ una scelta, per altri una necessita’, puo’ essere un hobby, un lavoro o una passione…. per qualsiasi motivo tu lo faccia e in qualunque modo rappresenta uno spazio dove poter sfogare le emozioni, poter esprimere l’amore, la rabbia, l’ostilita’, la felicita’.
Non importa se usi una ricetta o l’ immaginazione, se crei piatti semplici o elaborati, in ogni caso cucinare e’ terapeutico: ti cambia davvero anche quando non ti accorgi che lo sta facendo.
Nessuno puo’ darci una ricetta per la felicita’, per stare bene sempre e probabilmente non e’ possibile, inevitabilmente la vita ti pone di fronte a situazioni difficili, decisioni da prendere, preoccupazioni, frustrazioni.
I problemi della vita, i ritmi frenetici della societa’ contemporanea, le difficolta’ nelle relazioni interpersonali ci rendono vulnerabili, soggetti all’ansia, a volte alla depressione, allo stress e alla tristezza. Provo un po’ di tristezza ogni tanto (vivere a lungo lontano dagli affetti familiari, dai propri amici non e’ sempre facile, é vero che il pensiero unisce cio’ che la distanza separa ma vi assicuro che un abbraccio vero rappresenta la fine del sentirne la mancanza, e allora si che la distanza non esiste piu’), ho comunque imparato ad accettarla cosî com’é, fa parte delle emozioni umane anche essa. Vivo questa meravigliosa esperienza che é la vita, con i suoi alti e bassi, é un’avventura che vale la pena di essere vissuta. E’ il tuo atteggiamento nei confronti di cio’ che ti succede che devi cambiare perche’ la vita non dipende solo da te stesso, ci sono cose che accadono, che anche se provi a tenerle fuori succedono e continuano a scegliere per te.
E cosi’ siamo sempre alla ricerca di uno spazio dove poter sfogare tutto questo, un modo per poterci liberare completamente.
Secondo me la cucina rappresenta questo spazio speciale.  In essa tu puoi riuscire ad esprimere non solo “arti culinarie” ma te stesso. Puoi dimenticare o risolvere i tuoi problemi o trovarne una soluzione potenziale. Cucinare é sempre stata la mia personale panacea, il rimedio ad una giornata andata storta, ad un esame andato male o un premio per una giornata faticosa.
Prova a trascorrere qualche momento della tua giornata cucinando, solo o in compagnia, diventera’ un’ottimo anti-stress, una terapia per la tua mente e per l’anima. Se non ti e’ possibile tutti i giorni prova a ritagliarti uno spazio durante la settimana.
La manipolazione del cibo, il suo aroma, il colore stimolano i nostri sensi provocando uno stato di benessere e in modo naturale senza rendertene conto riequilibri i tuoi pensieri.
Il tempo cambia ritmo e cominci a star bene.
Trasforma la tua cucina in un’oasi di emozioni positive: un luogo di relax, di incontri, di amicizie e di chiacchiere.
Di solito quando attraverso uno di questi momenti sperimento cose nuove, mi lascio trasportare da profumi intensi e colori, mi cimento con piatti particolari, qualsiasi cosa mi puo’ ispirare.
In una fredda e noiosa mattinata invernale e’ nata lei…. UNA TORTA DAL CIELO🙂 Il nome lo ha dato mio figlio perche’ quando ha visto la torta ha esclamato: “non l’ha fatta mamma, é caduta dal cielo”🙂

One thought on “La cucina: un’oasi di emozioni positive

  1. la cucina è lavoro passione hobby fatica necessità… ma è anche famiglia, casa, ricordi, infanzia, mamma, nonne… tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s